Cosa vedere ad Alicudi

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: go

Alicudi, insieme a Filicudi, Salina, Stromboli, Panarea, Vulcano, Lipari è una delle sette isole che compone l’arcipelago delle Eolie, considerato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Il nome “eolie” deriva dalla credenza antica che qui dimorasse Eolo, il dio dei venti.
Ad Alicudi, la più piccola delle isole Eolie con i suoi 5,2 Km quadrati, vi sono circa 100 abitanti, chiamati Alicudani che abitano nella zona meridionale, meno scoscesa e maggiormente riparata dai venti che provocano frane.
Le abitazioni possono essere raggiunte solo con mulattiere a gradoni di pietra e si dividono in agglomerati. Al porto di Alicudi vi sono due botteghe alimentari e generi di prima necessità e un ufficio postale, la chiesa è dedicata a San Bartolo, il patrono dell’isola. A contrada Pianicello si è insediata una comunità di madrelingua tedesca, sul lato est invece vi sono cinque case e infine, nella zona orientale, c’è un gruppo di case raggiungibili solo via mare o attraverso delle ripide salite e discese.
Alicudi conserva ancora, essendo meno turistica delle altre isole, tutto il suo fascino selvaggio. Non esistono strade, quindi non ci sono biciclette, auto o motorini, non c’è inquinamento acustico, si ode solo il rumore del vento e delle onde che accompagnano il turista in una magica atmosfera.
Abitata sin dalla preistoria, Alicudi conserva qualche memoria del passato grazie all’insediamento che si estendeva vicino allo scoglio di Palumba. Sulla costa orientale dell’isola si trovano ancora sparsi frammenti ceramici dell’ età romana e si pensa che siano resti di qualche naufragio.
Risalendo le mulattiere è possibile immergersi nei colori offerti dalla tipica vegetazione mediterranea con agavi, opunzie, fichi d’india, capperi, palmette, bouganville di tutte le sfumature, rosse, rosa, viola e bianche, lavanda, salvia, assenzio bianco-argento, ginestre, ulivi, eucaliptus e oleandro.
Essendo un’isola selvaggia, Alicudi presente notevoli bellezze naturali. Le spiagge, tranne quella vicino al porto, sono raggiungibili solo via mare. E’, quindi d’obbligo un giro in barca per poter ammirare le altissime e frastagliate coste Occidentali e Settentrionali e lo scoglio Galera che si protende come una spada dal mare, ricco di flora e fauna marina, con acque cristalline e incontaminate. Ancora è possibile ammirare un vallone profondo, la Sciara dell’Arpa, che, dalla cima della montagna, scende direttamente in mare.
Oltre alla parte superiore, anche i fondali di Alicudi offrono un fantastico spettacolo, ricercato dai subacquei.
La festa principale dell’isola è quella di San Bartolo, verso la metà di agosto. Durante la ricorrenza, di giorno viene trasportata a spalla una statua di ulivo molto pesante sulle mulattiere, mentre di sera si organizzano spettacoli pirotecnici con fuochi d’artificio sul mare e un balli sul molo.
A ferragosto, viene allestito un mercatino, con venditori di chincaglieria e vestiti, è possibile assaporare pesce e cibi tradizionali e si trovano prodotti tipici come capperi e cesti di ligustro con spettacoli d’ artisti e chiromanti.

Cosa vedere ad Alicudi
 
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: molto caratteristico , è possibile assaporare pesce e cibi tradizionali e si trovano prodotti tipici

Giudizio negativo Svantaggi: non c'è molto divertimento per giovani

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: alicudi isole eolie Lipari

Categoria: Varie

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cosa vedere ad Alicudi? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

Nome * Obbligatorio

Email (non verrà pubblicata) * Obbligatoria

Sito Web

 

Giudizio Generale:

 

Giudizio positivo Vantaggio 1

Giudizio positivo Vantaggio 2

Giudizio negativo Svantaggio

Titolo Opinione

Testo Opinione

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento