Cosa vedere a Sperlonga

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: go

Il mare di Sperlonga è stato definito il più bello del Lazio ed infatti ha ricevuto dalla Fee (Foundation for Environmental Education) la Bandiera Blu che ne attesta la pulizia, la bellezza e la cura.

Partiamo quindi dal mare la nostra gita turistica a Sperlonga e visitiamo le sue bellissime spiagge. Incamminandosi verso Spelonga, in riva al mare, si attraversano, nell’ordine, le spiagge sabbiose di Fontana, di Canzatora e di Salette, per chiudere con quella di Bonifica. La spiaggia di Angolo la si raggiunge aldilà del paese ed è caratterizzata dalla presenza della grotta di Tiberio. Per raggiungere l’ultima spiaggia, quella delle Bambole, è infine necessario oltrepassare il promontorio che si affaccia direttamente sul mare.

Il nome Sperlonga (da Speloncae) è dovuto alla presenza delle grotte. La grotta di Tiberio (detta anche Antro di Tiberio) non è l’unica cavità naturale, ma è certamente la più famosa, dato che venne integrata architettonicamente nella più vasta e lussuosa struttura che Tiberio fece costruire in età romana come sua residenza imperiale.

Non esistono solo il mare e le grotte, ma anche due suggestivi laghi la cui bellezza ha suggerito la definizione “gli occhi di Sperlonga”. Si tratta del Lago si S. Puoto e del Lago Lungo.

La cittadina di Sperlonga è un caratteristico paese dal sapore mediterraneo incastonato sul Monte Magno tra Gaeta e Terracina (Lazio). Si affaccia direttamente sul mare e, prima di visitarlo, lo si può contemplare da lontano in tutta la sua bellezza. Ergendosi su un dislivello, è caratterizzato da stradine, scalette, archi, chiese e case, il tutto nello stile invariato del suo nucleo originario, perfettamente conservato nel centro storico.

La Chiesa di S. Maria è stata costruita all’inizio del XII secolo. Al suo interno si possono ammirare una tela di ampie dimensioni della Madonna Assunta, in prossimità dell’altare maggiore, la Cappella del Presepe e la Cappella di San Domenico. Segnaliamo anche la Chiesa di San Rocco del XV secolo.

Le quattro Torri di Avvistamento raccontano, attraverso le loro distruzioni (tra cui quella per mano del corsaro Barbarossa) storie di guerre e battaglie. Risalgono al XVI secolo e sono: la Torre Centrale, che dominava il paese (ora ne è rimasta solo una parte); la Torre Truglia, che sormonta il promontorio di Sperlonga e che è oggi sede del Centro Educazione dell’Ambiente Marino; la Torre del Nibbio; la Torre di Capovento, ricostruita proprio in tempi recenti.

Resta da visitare il Museo Archeologico che ospita, tra gli altri preziosi reperti, pregevoli marmi risalenti al II secolo a. C. (stile medioellenistico) e al II secolo d. C. di opera romana.

Sempre nel centro troviamo il Palazzo Sabella, la cui facciata è stata completamente ricostruita nel XVI secolo.

Dal punto di vista ecologico e paesaggistico è da visitare l’oasi del WWF Oasi Blu. Si tratta di un’area di circa 11 ettari ricavata nelle vicinanze della Grotta di Tiberio.

Condividi l'articolo:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Cosa vedere a Sperlonga
 
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: il mare di Sperlonga è stato definito il più bello del Lazio , c'è molto turismo

Giudizio negativo Svantaggi: non è la meta di tutti

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: Lazio sperlonga viaggi

Categoria: Vacanze

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Cosa vedere a Sperlonga? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

Nome * Obbligatorio

Email (non verrà pubblicata) * Obbligatoria

Sito Web

 

Giudizio Generale:

 

Giudizio positivo Vantaggio 1

Giudizio positivo Vantaggio 2

Giudizio negativo Svantaggio

Titolo Opinione

Testo Opinione

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento