Guida al Parco Nazionale d ‘Abruzzo, Lazio e Molise

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: go

Il parco nazionale d’Abruzzo nasce ufficialmente a Pescasseroli nel 1922 . Geograficamente il parco è localizzato in tre regioni : l’Abruzzo , il Lazio ed il Molise . Comunque la maggiorparte del territorio risiede in Abruzzo .
Il Parco nazionale d’Abruzzo cambiò denominazione in Parco nazionale d’Abruzzo , Lazio e Molise in seguito alla promulgazione della legge n. 93 del 23 marzo del 2001 . Il parco nazionale d’abruzzo risulta essere uno tra i parchi più antichi d’Italia conosciuto a livello nazionale , insieme con il parco nazionale del Gran Paradiso . Importantissimo è anche il ruolo che questa tipologia di parco ha avuto , ed ha tutt’ora , nella conservazione di molte tra le specie faunistiche italiane autoctone più imortanti come il lupo , il camoscio d’Abruzzo e l’orso bruno marsicano . Molto importante è altresì le tantissime ed innovative iniziative atte a diffondere un’idea più innovativa per la diffusione dell’ambientalismo .

Il Parco nazionale di Abruzzo , Lazio e Molise è nato in una posizione estremamente vantaggiosa in quanto la valle dell’Alto Sangro aveva goduto da sempre di un amplissimo isolamento che ha favorito la salvezza di numerosissime specie animali .

Nello specifico sono presenti alcune specie di animali estremamente rari come :

l’orso marsicano , ursus arctos , con una colonia di circa cinquanta elementi , quest’orso vagava incontrastato nelle montagne dell’Appennino tra Abruzzo , Lazio e Molise ;

il lupo appenninico , canis lupus italicus , conta di circa una quarantina di esemplari . Rappresenta il più importante e pericoloso predatore che
fa srage di caprioli e cervi .

la lince , lynx lynx , presenti in solo dieci esemplari anche se alcuni studiosi non concordano sulla presenza di questa specie nel parco ;

il camoscio d’Abruzzo , rupicapra pyrenaica ornata , è una specie molto diffusa in questo parco con circa settecento unità . Questa specie è particolarmente diffusa nella zona del Monte Amaro di Opi e del Monte Meta di Picinisco .

il cervo , cervus helapus L. , con i suoi circa ottocento esemplari rappresenta la specie in assoluto più diffusa nel parco . Il cervo è stato introdotto nel parco in quanto era sparito dal parco ;

Capriolo ,Capreolus capreolus L., ha una presenza di circa quattrocento esemplari . Il capriolo è stato reintrodotto nel parco in quanto era completamente estinto .

Sono presenti , inoltre , molti mammiferi cosiddetti minori come la faina , la talpa , la lepre , il riccio e la donnola .

Il parco d’Abruzzo è un territorio particolarmente calcareo e quindi è molto importante il modellamento idrico.

Condividi l'articolo:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Guida al Parco Nazionale d ‘Abruzzo,  Lazio e Molise
 
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

 

Giudizio positivo Vantaggi: territorio particolarmente calcareo e quindi è molto importante il modellamento idrico , Il Parco nazionale di Abruzzo , Lazio e Molise è nato in una posizione estremamente vantaggiosa

Giudizio negativo Svantaggi: nessun svantaggio

Giudizio Generale: 0.0

 

Tag: italia parchi Parco Nazionale d 'Abruzzo

Categoria: Parchi

 

Leggi le Opinioni Scrivi Opinione Leggi Opinioni

Hai delle domande su Guida al Parco Nazionale d ‘Abruzzo, Lazio e Molise? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

Nome * Obbligatorio

Email (non verrà pubblicata) * Obbligatoria

Sito Web

 

Giudizio Generale:

 

Giudizio positivo Vantaggio 1

Giudizio positivo Vantaggio 2

Giudizio negativo Svantaggio

Titolo Opinione

Testo Opinione

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento