Il paradiso ha un nome: Polinesia

basato su 0 Opinioni

Giudizio Generale: 0.0

 

Opinione scritta da: go

È la meta dei sogni di chiunque desideri spiagge bianche e mari cristallini. È l’ambizione di una vita: per molti irrealizzata per altri ricordo indelebile di un’esperienza irripetibile.
La Polinesia è questo ma molto di più. In particolare la Polinesia francese è forse la parte di questo angolo di azzurro nell’Oceano più nota per la sua bellezza senza tempo. La sua Tahiti, assieme a Bora Bora, è forse più di altre il simbolo di luoghi che si intrecciano fra sogno e realtà.
Chi sceglie la Polinesia ha svariate ragioni per farlo: il desiderio di evasione, il sogno di un luogo esclusivo, l’accoglienza di un popolo unico per senso dell’ospitalità e del rispetto, la natura incontaminata che nonostante tutto ancora resiste in molti tratti di costa e di mare.
Il nodo forse più difficile da sciogliere è la scelta che riguarda quale isola o quali isole visitare. Sappiate che i vari atolli sono collegati fra loro sia da tratte via mare che aeree. La vostra decisione dipenderà molto dall’idea che guiderà il vostro viaggio: natura e avventura oppure relax assoluto e le coccole di un resort di lusso. In Polinesia potrete trovare tutto questo.
Il punto di approdo è sicuramente Tahiti dove arrivano i collegamenti aerei internazionali. Potrete considerarla la prima tappa di un viaggio da sogno o il punto di transito per spostarsi direttamente sulle isole più lontane. Tahiti con la sua capitale Papeete è senza dubbio caratterizzata da una pluralità di sistemazioni che accontenterà le esigenze di ciascuno. Ben diverso è lo scenario offerto da Bora Bora, sede dei resort più lussuosi e quindi delle sistemazioni più esose. Se siete alla ricerca di qualcosa di più economico senza rinunciare ovviamente alle bellezze della Polinesia allora potrete puntare su Mo’orea dove potrete alloggiare sia in strutture molto belle ma a costi decisamente più abbordabili di quelli praticati a Bora Bora sia in alloggi decorosi ma di minori pretese. Stessa cifra ospitale anche per le isole Ra’iatea e Taha’a: connubio ideale fra lusso e accessibilità.
In questo viaggio fra atolli, detti motu nell’idioma locale, avrete la possibilità di dedicarvi ad attività all’aperto come quelle di tipo naturalistico o archeologico che potrete fare se scegliete come meta le isole Marchesi o dedicarvi, se ne avete la passione, allo snorkeling e al surf atterrando sulle isole Tuamotu.
Insomma Polinesia sıgnifica uno scrigno naturale di bellezze ineguagliabili e l’opportunità di poter soggiornare, con i dovuti accorgimenti e una buona organizzazione, dai campeggi fino ai resort extra lusso passando per strutture alberghiere di vario livello.

Condividi l'articolo:

  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Il paradiso ha un nome: Polinesia
 
Leggi Opinioni   Scrivi Opinione

 

» «

Hai delle domande su Il paradiso ha un nome: Polinesia? Chiedi alla nostra Community.

 

La Tua Opinione Conta! Lascia un commento.

Nome * Obbligatorio

Email (non verrà pubblicata) * Obbligatoria

Sito Web

 

Giudizio Generale:

 

Giudizio positivo Vantaggio 1

Giudizio positivo Vantaggio 2

Giudizio negativo Svantaggio

Titolo Opinione

Testo Opinione

 Opinioni degli Utenti

Nessun Commento